Contabilizzazione acqua calda sanitaria

Contabilizzazione acqua calda sanitaria

Produzione acqua calda sanitaria autonoma tramite boiler elettrico che durante il periodo invernale viene scaldato dal circuito di riscaldamento centralizzato. Scaldare il boiler elettrico tramite il circuito del riscaldamento sembra proprio essere un’ idea geniale.

Come effettuare la contabilizzazione dell’ acqua calda sanitaria effettivamente utilizzata dal condomino?

La soluzione più ovvia sarebbe quella di posizionare un contatore di calore diretto che misuri l’energia termica in entrata al Boiler.

                                                                                  BoilerContatre di calore diretto

Sistema che può venire a costare tra i 500€ e i 700€, ma comunque non risolverebbe il problema nel periodo estivo della produzione di acqua calda attraverso la resistenza elettrica del boiler. Gli assorbimenti elettrici dei boiler sono veramente elevati, dai 1200 ai 1500 W e hanno rendimenti scarsissimi attorno al 46% circa.

Quindi qual è la soluzione più economica per poter risolvere entrambi i problemi?

La soluzione migliore è quella di installare una pompa di calore per la produzione di acqua calda che sfrutti l’energia presente nell’ aria e la ceda all’ acqua attraverso un gruppo frigo a ciclo inverso.

Pompa di calore per acqua calda sanitaria

Con questa soluzione il risparmio è garantito in quanto l’elevato rendimento di questi sistemi assicurano un assorbimento 3/4 volte inferiore a quello del boiler elettrico. Non  sarà più necessario contabilizzare l’acqua calda sanitaria attraverso sistemi dispendiosi, e continuare a spendere cifre alte per farsi una semplice doccia calda o lavarsi le mani.

 Esempio:

Un appartamento di 100 m2 con impianto di risaldamento centralizzato in cui abitano 4 persone e un consumo totale medio di 200 litri al giorno, dove è installato un’ impianto di produzione acqua calda tramite boiler elettrico ha un consumo di 6000 kWh/anno.

Sostituendo il boiler elettrico con una pompa di calore per la produzione di acqua calda ad alto rendimento, il consumo sarà di circa 1500 kWh/anno, ben 4 volte inferiore a quello del boiler elettrico!!

Tenendo conto del prezzo dell’energia elettrica di circa 0,30 €/kWh, si può semplicemente calcolare che la spesa annua per la produzione di acqua calda sanitaria tramite il boiler elettrico sarà di 1800€.

Attraverso la pompa di calore solo 450€!

Quali problematiche possono esserci durante l’ installazione?

Nessuna problematica la macchina può essere installata ovunque e di dimensioni ridotte, l’importante è predisporre due piccole prese d’aria nel muro per darle la possibilità di prendere aria e espellerla.

Quanto può costare una pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria?

I prezzi sono vari possono andare dai 1000€ ai 1500€ in funzione della grandezza dell’ accumulo (80-120 lt).

Il ritorno dell’investimento è inferiore a un anno

La spesa dell’installazione e quasi uguale alla risparmio economico.

 1350€ – 1200€ =

150€ in più nel portafoglio il 1° anno.

Cosa ne pensate? E’ vantaggioso? A dimenticavo, questi sistemi hanno accesso alla detrazione fiscale del 65%!

11 ottobre 2014 / Senza categoria

Share the Post

About the Author

Comments

Comments are closed.